Sei Qui - Home - La Sardegna

La Sardegna

Incantevole spazio intorno e distanza da viaggiare, nulla di finito, nulla di definitivo.

E' come la libertà stessa.

(David Herbert Lawrence)

                                                                                                

 

La Sardegna costituisce uno dei luoghi del mediterraneo più originali e complessi, sia geograficamente che da un punto di vista storico e culturale. Terra di forti contrasti di colori, forme e profumi, quest’isola presenta una natura ancora indomita, aspra e incantevole, carica di silenzioso fascino.

Pur nell’avvicendarsi storico di numerose dominazioni straniere (punica, bizantina, romana, pisana, genovese e spagnola) la Sardegna ha saputo conservare in profondità le tracce di una propria identità culturale articolata e fiera.

Lungo le coste dalle acque cristalline, nei paesi inerpicati su per le montagne dell’interno, tra le torri spagnole e i nuraghe, negli arabeschi intessuti sui costumi, tra gli aromi delle sagre e l’ospitalità della gente, la Sardegna non finisce mai di regalare stupore, sapore antico e mistero perpetuo.

Ogni vacanza in Sardegna diviene un viaggio attraverso una moltitudine di dialetti, tradizioni, profumi. Questa moltitudine diviene poi un tutt’uno di esperienza. Unica. Preziosa. Sardegna.

Le coste

 

 La linea di costa della Sardegna si sviluppa per oltre 1.600 km e presenta una serie di paesaggi estremamente belli e ricchi di biodiversità. Insenature dolcissime con candide spiagge si alternano ad aspre scogliere dal fascino ruvido e selvaggio. La trasparenza delle acque prende tonalità ora azzurre, ora verdi, ora turchesi. Le spiagge sono spesso circondate da vergini diorami di macchia mediterranea che partecipano all’incanto degli scenari marini.

Porto Giunco, Stintino, Chia, San Teodoro, Budelli, Cala Luna, Piscinas, Baja Sardinia, Villasimius…sono solo alcune delle località costiere sarde di incantevole aspetto.

Degne di nota anche le spiagge cittadine, tra cui il Poetto di Cagliari con la sua estensione di quasi 8 chilometri.

L’entroterra

Dalle brughiere assolate che caratterizzano le fasce costiere si passa a un entroterra variegato, che alterna pianure e dolci colline fertili (Campidano, Marmilla e Trexenta) a irti e suggestivi paesaggi montani (Ogliastra e Barbagia).

 

L’entroterra è il luogo dove le tradizioni sarde rimangono più vive, non contaminate dai continui scambi commerciali e umani del passato e dalla vocazione turistica delle coste.

Imperdibili paesi come Orgosolo e i suoi famosi murales, Gairo con la sua città fantasma, Oliena con il villaggio nuragico di Tiscali.

Le principali città dell’isola

 

Cagliari - Situato nell’estremo sud, il capoluogo dell’isola riassume in sé tutta la storia della Sardegna e delle sue dominazioni, attraverso un patrimonio artistico e architettonico di grande valore. Resti di ville romane, torri pisane, bastioni spagnoli e monumenti sabaudi possono essere ammirati nel centro storico della città.

Oltre al patrimonio culturale Cagliari è meta turistica alternativa alla dispendiosa Costa Smeralda. Ricca di locali e svaghi per giovani e non, a due passi da una bellissima spiaggia di 8 km (il Poetto), questa città offre innumerevoli possibilità e un’offerta turistica adatta a tutte le tasche.

Imperdibile la Sagra di Sant’Efisio, la più importante festa religiosa di Cagliari e di tutta la Sardegna. Questa manifestazione ha più di 350 anni e vede arrivare ogni primo maggio carri folkloristici da tutta l’isola.

Sassari - Se Cagliari è il capoluogo dell'isola e centro nevralgico del sud Sardegna, Sassari è la città più importante del nord.
Circondata da numerose valli famose per la loro fertilità, Sassari presenta un cospicuo patrimonio architettonico che testimonia la storia delle sue dominazioni.
Le feste più importanti della città sono: La Cavalcata sarda e I candelieri.
La Cavalcata sarda rappresenta l’antica tradizione di accogliere in città ospiti illustri con cortei di uomini e donne a cavallo, vestiti con i loro costumi più pregiati e sfarzosi. Si svolge la penultima domenica di maggio e attira partecipanti da tutta l’isola.

Quella dei Candelieri è una delle più antiche feste dell’isola: risale infatti con tutta probabilità al medioevo. Il 14 agosto i vari gremi della città (artigiani, contadini, ecc), sfilano per le vie trasportando grandi ceri di legno, alti circa 8 metri, decorati con le immagini degli strumenti di lavoro della propria corporazione.

Oristano  - Antica capitale del giudicato di Arborea, fu fondata nell’XI secolo dagli abitanti dell’estinta Tharros, nella fertile piana del Tirso.  Ogni anno viene rievocato il florido periodo giudicale della città ne Il ritorno degli Arborea, una rappresentazione storica che è misto di memoria, sentimento di autonomia e fiera-mercato. Ma Oristano è soprattutto nota per La Sartiglia: giostra equestre di origine spagnola alla quale partecipano i più abili cavalieri della città che si cimentano nella corsa alla stella e in giochi acrobatici.

Nuoro – Divenuta città solo nel 1836 e capoluogo di provincia nel 1927, questa città rappresenta il centro nevralgico dell’entroterra isolano. La variante dialettale del nuorese è quella che, assieme al logudorese, ha subito meno influenze esterne nel corso dei secoli:  è perciò spesso considerata la vera “lingua sarda” e patrimonio di cui i nuoresi si fanno fieri difensori. Nuoro è inoltre città natale del premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda, sensibile interprete dell’animo dei sardi,  le cui spoglie sono conservate nella Chiesa della Solitudine in questa stessa città.

Da non perdere una visita al MAN, Museo d’Arte della Provincia di Nuoro, che ospita continuamente mostre temporanee di grande qualità.

Alghero – Situato nella parte nord occidentale dell’isola, questo piccolo gioiello urbano è conosciuto anche come Barceloneta – piccola Barcellona – in quanto conserva incredibilmente vivo il ricordo della dominazione aragonese in ogni sua testimonianza architettonica e culturale.  La città è una delle principali mete turistiche dell’isola, grazie alla bellezza delle sue insenature (la più famosa è Porto Conte, con la spettacolare Grotta di Nettuno) e alla vivacità delle sue attività. In periodo invernale la città si anima soprattutto durante le feste di Natale, in occasione delle quali il Comune organizza numerose manifestazioni culturali e artistiche per tutto il centro storico.  

 

Nel cuore della città è possibile trovare numerose botteghe che vendono il pregiato corallo algherese, lavorato da abilissime maestranze artigiane.

 

Isola Dei Gabbiani - Villaggio Campeggio Palau (OT) Villaggio Rasciada Club - Hotel Castelsardo - Sardegna

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Isola Dei Gabbiani - Villaggio Campeggio Palau (OT)

en | sp
mappa A+| A++| Reset
Trip Sardinia