Caricamento Eventi

“Sono io la morte e porto corona” | rassegna di stand up history sul tema dell’ineluttabile | Febbraio – Maggio 2024 Cagliari

“Sono io la morte e porto corona” – rassegna di stand up history sul tema dell’ineluttabile | Febbraio-Maggio 2024 Cagliari

Una rassegna speciale in uno dei luoghi più suggestivi della città. A partire da domenica 25 Febbraio sino a venerdì 3 Maggio Trip Sardinia e Associazione Terra Atra vi aspettano nella cripta del Santo Sepolcro, dentro l’omonima chiesa della Marina, per la rassegna “Sono io la morte e porto corona”. Quattro appuntamenti declinati in spettacoli che mescolano divulgazione, teatro, filosofia, musica e letteratura.
DESCRIZIONE
Sono io la morte e porto corona“…con questa frase inizia la canzone “Ballo in fa diesis minore”, composta nel 1977 da Angelo Branduardi e ispirata a un dei celebri versi cinquecenteschi sul tema della Danza Macabra.
Nessun titolo poteva essere più adatto per la rassegna che Trip Sardinia e l’associazione Terra Atra intendono realizzare tra Febbraio e Maggio del 2024 nella Cripta del Santo Sepolcro.
Quattro appuntamenti divulgativi 25 Febbraio, 22 Marzo, 12 Aprile e 3 Maggio – legati dal fil rouge della morte, intesa come fatto culturale, religioso, simbolico e filosofico.
La rassegna vedrà la voce narrante della divulgatrice Claudia Caredda alternarsi alle musiche selezionate da Giacomo Pisano e alle letture di Barbara Pilia.
Aprirà la rassegna l’appuntamento “Corpi di pietra“, basata sulla storia dei pietrificatori ottocenteschi e nella quale sarà ospite l’anatomopatologa Paola Bianco.
A sovrastare musica, parole e suggestioni la morte coronata della cripta, alla quale il titolo della rassegna è ispirato.
La rassegna è realizzata grazie alla collaborazione dell’associazione MUTSEU ed è ideata da Claudia Caredda, Giacomo Pisano e Barbara Pilia
BIGLIETTI

Costo per singolo spettacolo: euro 18,00 / Sconto studenti universitari: euro 15,00

Carnet 4 spettacoli: euro 50,00
Carnet 3 spettacoli: euro 45,00
Carnet 2 spettacoli: euro 30,00

– Info, prenotazioni e acquisto: (mail) info@tripsardinia.com – (whatsapp) 3920508181 – 393441781

Info, prenotazioni e acquisto: (mail) info@tripsardinia.com – (whatsapp) 3920508181 – 393441781
– Apertura botteghino: 30 minuti prima dell’inizio di ogni spettacolo, presso la chiesa del Santo Sepolcro (considerato il contingentamento degli spazi della cripta, consigliamo comunque la prenotazione).

GLI APPUNTAMENTI DELLA RASSEGNA:

 

DOMENICA 25 FEBBRAIO H 19.30 – “CORPI DI PIETRA”, la sfida dei pietrificatori ottocenteschi | Cripta del Santo Sepolcro, Piazza S. Sepolcro (Cagliari)

 

DESCRIZIONE
Il dialogo dell’uomo con il corpo senza vita è forse uno dei momenti più difficili dell’esistenza umana, poiché quel corpo pone l’uomo di fronte al termine fisico di se stesso.
Sul corpo e sul suo valore, millenni di ignoranza e superstizione hanno ricamato tabù costruendovi sopra una generalizzata paura: paura di guardarlo, di toccarlo, di modificarlo.
Domenica 25 Febbraio faremo un viaggio nel rapporto tra l’uomo e il corpo nella stand up history “Corpi di pietra”,
Un viaggio in musica e parole attraverso il curioso fenomeno che, nel corso dell’ Ottocento, portó alcuni studiosi a sperimentare metodi di pietrificazione volti a superare l’ostacolo della decomposizione. Dal cagliaritano Efisio Marini, rifiutato dalla sua città e divenuto poi famoso nei salotti dell’aristocrazia napoletana, passando per l’imbalsamatore Alfredo Salafia, noto per la sua “Bella Addormentata” custodita nella cripta dei Cappuccini di Palermo, sino ad arrivare al mummificatore Paolo Gorini a cui si attribuisce, oltre agli esperimenti anatomici, l’invenzione del forno crematorio. Tutte pratiche che hanno trovato resistenza negli ambienti cattolici dell’epoca, restii a queste forme di manipolazione viste come una sfida alla morte, alla sacralità del corpo e dunque a Dio.
La serata vedrà la partecipazione straordinaria dell’anatomopatologa Paola Bianco
Contenuti a cura di: Claudia Caredda e Barbara Pilia
Narrazione: Claudia Caredda
Selezioni musicali: Giacomo Pisano
Letture: Paola Bianco

VENERDI 22 MARZO H 19.30 – “DEI SEPOLCRI”, la casa della morte | Cripta del Santo Sepolcro, Piazza San Sepolcro (Cagliari)

DESCRIZIONE

“Il maestro non sono io, è il cimitero, che sa tutto. Ho la morte talmente vicina che vedo la vita da ogni parte.”

Alejandro Jodorowsky

Se la morte è sempre la stessa, il pensiero umano attorno ad essa si evolve nel tempo e nello spazio, portando a diverse forme di ritualità, immaginario e sepoltura.
Intercalata dalle musiche evocative scelte da Giacomo Pisano e dalle letture di Barbara Pilia, Claudia Caredda ripercorrerà il rapporto tra uomo, morte e sepolture, ricostruendo gli aspetti culturali, artistici e sociali di un’evoluzione che ha cambiato radicalmente il rapporto tra la città e la morte.

 

Narrazione: Claudia Caredda
Selezioni musicali: Giacomo Pisano
Letture: Barbara Pilia

 


VENERDI 12 APRILE H 19.30 – “ESTASI & AGONIA”, la voluttà nella morte | Cripta del Santo Sepolcro, Piazza S. Sepolcro (Cagliari)

“La morte e la bellezza son due cose profonde che hanno in sé tanto d’azzurro e tanto d’ombra”

Victor Hugo

Il profondo connubio tra amore e morte ha guidato, nei secoli, la passione di poeti, artisti e mistici. Laddove il sentimento ha raggiunto l’apice della sua espressione, vi ha incontrato la morte; così come nel termine estremo della vita l’amore si è acceso più intensamente. Un legame indissolubile tra due estremi che nell’allontanarsi si fondono, contenendo uno il germe dell’altro.

La narrazione di Claudia Caredda, le letture di Barbara Pilia e le selezioni musicali di Giacomo Pisano ripercorreranno le espressioni artistiche che nei secoli hanno raccontato l’intreccio letale o salvifico del rosso e del nero.

Narrazione: Claudia Caredda
Selezioni musicali: Giacomo Pisano
Letture: Barbara Pilia

VENERDI 3 MAGGIO H 19.30 – “IL SANGUE E’ VITA”, alla ricerca del sangue perduto della città

Un viaggio in musica e parole ispirato al mito del sangue foriero di vita eterna e alla figura del vampiro, intesa come metafora di un tempo fiaccato da dipendenze, indifferenza, mancanza di empatia.

DESCRIZIONE

L’inquietudine tradotta nella musica di Giacomo Pisano, attraverso l’utilizzo di campioni vocali estrapolati da noti e meno noti film sul genere, guidano l’ascoltatore in un percorso a tappe che abbraccia la scoperta, l’orrore e il pericolo in cerca della salvezza o catarsi finale.
Inframezzati a questa narrazione musicale e alle letture di Barbara Pilia, i racconti storici di Claudia Caredda, guida e divulgatrice di Trip Sardinia, che ripercorrerà la storia di Cagliari attraverso il tema del sangue tra dipinti, tradizioni, superstizioni e monumenti, alla ricerca del sangue della città che ribolle sotto la coltre dei secoli, della noncuranza e del disamore.
Narrazione: Claudia Caredda
Selezioni musicali: Giacomo Pisano
Letture: Barbara Pilia

*Cos’è una STAND UP HISTORY: sulla falsa riga delle stand up comedy, spettacoli comici informali in cui l’attore si esibisce in piedi, la stand up history, format di Trip Sardinia   al 2020, è una lezione di divulgazione storica in piedi, basata su metodi di comunicazione efficace, da svolgere nei contesti più svariati: bar, locali, luoghi di cultura, piazze, case private. Le stand up history della rassegna “Sono io la morte e porto corona”, uniscono all’aspetto divulgativo quello teatrale, con la presenza di musiche e reading letterari.